Di recente AMD ha rivelato diverse informazioni sulle sue nuove CPU Ryzen basate su architettura ZEN.

Durante l’evento, l’azienda ha mostrato all’opera una delle sue future CPU, in diversi test e videogiochi, comparandoli con la controparte Intel.

Tra i vari test mostrati, spicca il test su blender, in cui la CPU si dovrà occupare di effettuare un rendering, in questo test AMD ha voluto sfidare un Intel core i7 6900k di intel, e da come si può vedere dal video (o anche dalla seguente immagine), la nuova CPU AMD riesce a tener testa alla CPU Intel (battendola di poco) impiegandoci solamente 36 secondi.

 

In seguito, AMD ha rilasciato il sorgente blender del file usato, durante la conferenza, per il rendering, permettendo a chiunque di provare a “sfidare” la nuova CPU di AMD.

Iio ho scaricato il file, e ho fatto una prova di performance sul mio notebook (ovviamente non con l’intento di competere con la CPU di AMD, ma per un semplice test di performance tra windows e linux) sia con Uubntu 16.10 che con windows 10 Anniversary Update.

Ryzen

Rendering AMD Ryzen vs Intel i7 6900k

Quindi ho preparato il tutto, come prima cosa ho scaricato la stessa versione di Blender utilizzata nell’evento di AMD, così sono andato sul sito di Blender e ho scaricato la versione 2.78a (sia per linux che per windows ho installato la versione portable, quindi non installata nel sistema). Potete scaricare blender da questo link.

A questo punto ho Scaricato dal sito di AMD, il file blender utilizzato all’evento, è possibile scaricarlo cliccando qui (il download partirà in automatico).

 

A questo punto tutto è pronto, iniziamo il test sul mio notebook, con il seguente Hardware:

  • CPU: AMD APU A10 8700p 1.8GHz(Turbo Boost fino a 3.2GHz)
  • RAM: 8GB DDR3 1600MHz dual channel
  • HDD: 500GB 5400rpm (file system: NTFS per windows e EXT4 per Ubuntu)

 

Ora inizia il test, per prima cosa avviamo blender, e apriamo il file (File>Open) RyzenGraphic_27.blend che abbiamo appena scaricato dal sito di AMD.

Una volta aperto il file, accertiamoci che le seguenti opzioni siano settate correttamente (un valore diverso può cambiare notevolmente il tempo richiesto per il rendering), di default dovrebbe essere già tutto a posto

  • il parametro Render nel pannello di sinistra sotto alla voce Sampling>Sample fosse impostato a 150
  • Le dimensioni delle Tiles fossero di 32×32, sempre nel pannello di sinistra, sotto alla voce Perofrmance

A questo punto possiamo far partire il rendering, tramite Render>Render Image (oppure premendo F12).

NOTA: per ottenere le massime prestazioni, è consigliabile chiudere tutte le applicazioni, in modo che il computer si concentri esclusivamente sul rendering di blender senza sprecare risorse per altro.

Ed ecco il risultato per il mio notebook:

Windows 10 Anniversary Update

ryzen

Come potete vedere windows ha impiegato 6:53.30

 

A questo punto provo su Ubuntu 16.10 per vedere quanto tempo ci impiega.

 

Ubuntu 16.10

ryzen

Con grande stupore noto che Ubuntu non solo ha impiegato meno tempo di windows 10, ma addirittura c’ha impiegato MOLTO meno di windows, infatti il suo tempo è di “soli” 3:13.90, ovvero ha impiegato meno della metà rispetto a windows 10.

 

Pensando che fosse stato un semplice caso, ho deciso di ripetere il test altre volte sia sotto windows che sotto linux, ma la differenza era sempre la stessa.
Parlando con altri utenti, alcuni di questi non credevano alle mie parole, e ai miei screenshot, dicendo che fossero risultato falsi, che non era possibile tutta questa differenza, e che volevano vedere il task manager attivo per vedere se la cpu veniva sfruttata al 100% o se fosse “castrata”, così ho deciso di rifare per l’ennesima volta il test, ma questa volta riprendendo tutto con il cellulare (ho scelto di registrare il test tramite una fonte esterna e non direttamente catturando lo schermo del PC tramite appositi software, per evitare di appesantire il computer, in questo modo le performance non vengono influenzate dal software di registrazione), nel video oltre a mostrare il rendering senza tagli, mostro anche il task manager (in windows) e conky (in linux) e ovviamente mostro le specifiche Hardware del PC.

 

Ecco il video che ho registrato (se volete giungere alle conclusioni potete saltare alla fine del video al minuto 13:44)

 

 

come potete vedere dal video, Ubuntu 16.10 esce nettamente vincitore (3:07.14 di ubuntu contro 6:57.10 di Windows 10).

 

A questo punto qualcuno ha pensato che magari è solamente windows ad andare più lento con CPU AMD, così ho provato con un altro notebook (ThinkPad L530) dotato di CPU i3 3120m, ho effettuato lo stesso identico test sotto windows 10 Anniversary Update e sotto Linux Mint 18.1 (quindi con kernel 4.4 e non 4.8 come quello di Ubuntu 16.10), e ho ottenuto i seguenti risultati:

  • Windows 10 AU 4:13.67
  • Linux mint 18.1 (kernel 4.4) 3:24.40 (Purtroppo non ho potuto testare su Ubuntu 16.10 per vedere se il nuovo kernel da prestazioni migliori)

 

In conclusione penso che Linux per il rendering tramite CPU su blender è più performante sotto Linux rispetto a Windows 10.

 

Vi lascio il link alla pagina AMD dove è presente il video Integrale della conferenza su Ryzen.

 

Se per caso il link per il download del file blender utilizzato alla presentazione di Ryzen non dovesse funzionare, vi lascio un link alternativo.

 

A questo punto non ci resta che attendere queste nuove CPU Ryzen per vedere se sono realmente così buone.